Lavoratori ex-Multiservizi Frosinone, richiesta incontro al Prefetto di Frosinone

In questi giorni altri 12 lavoratori della ex società pubblica Frosinone Multiservizi, vincenti cause vs cooperative che avevano sostituito la società pubblica nel 2013, stanno tornando al lavoro insieme agli altri 39 già riassunti.

La lunga storia di questa Società pubblica smembrata per far posto a cooperative di dubbia provenienza è agli atti della Prefettura che dal 2013 è stata coinvolta nelle azioni di ricucitura su un tavolo di confronto tra lavoratori che protestavano e amministrazioni, e dalle innumerevoli (22) segnalazioni dei lavoratori sulla ‘libera’ interpretazione della legge sugli affidamenti dei servizi.

Nel passaggio dalla società pubblica alle società (tutte cooperative sociali) si sono persi duecento posti di lavoro, mentre per chi transitava veniva riconosciuto un salario di sussistenza (da 20 a 14 ore di lavoro settimanale).

I lavoratori e le lavoratrici hanno lottato a lungo per il lavoro e per la dignità ed oggi, dopo che anche le sentenze del tribunale del lavoro di Frosinone sono state tutte favorevoli, alcuni di loro stanno recuperando il loro posto. Ma a quale prezzo? I contratti variano da 4 a 14 ore settimanali!

Rimangono ancora escluse oltre 100 persone che lavoravano in servizi della Amministrazione Provinciale, soprattutto nella viabilità. Attività che la Provincia svolgeva con continuità ma che oggi non riesce a svolgere più. La drammatica attualità della mancanza di cura delle nostre strade è anche effetto di queste scelte che abbandonano la continuità del lavoro preferendo ditte esterne chiamate all’uopo ma che inevitabilmente non hanno esperienza e memoria di chi invece puliva quotidianamente le strade. In merito a questo la Regione Lazio ha sempre sostenuto che è disposta a ripristinare finanziamenti per le attività della manutenzione stradale, ma l’Amministrazione Provinciale nicchia adducendo il motivo della confusione legislativa sul ruolo delle stesse.

Si chiede un incontro volto a richiamare le amministrazioni responsabili di questa vicenda, vista la difficoltà di interlocuzione.

Cordiali saluti.

Precedente Altri 16 lavoratori della ex-Multiservizi vincenti causa rientrano al lavoro. Mentre l’Amministrazione comunale, che non si fa gli affari propri, viene condannata a risarcire!